articolihumanificationRelazioni

Giusto o Sbagliato?

Sapete che c’è?

C’è che la Vita ci mette innanzi così tante opportunità per comprendere!… Dobbiamo solo accorgercene 😉

Quante volte ci siamo detti che questa realtà che sperimentiamo e viviamo nel corpo fisico è duale? Che la mente separa ciò che di fatto non conosce separazione? Che Luce e Ombra, Vero e Falso, Giusto e Sbagliato, Amore e Odio  -e potrei continuare – non sono che aspetti di un’unica verità?

Il Giudizio… chi è nel percorso evolutivo apprende come prima cosa che “non si deve giudicare”. Facciamo nostri questi concetti, li impariamo da chi ce li insegna, ci sforziamo di metterli in pratica e lavoriamo su noi stessi affinché  divengano parte di noi. Eppure sono già parte di noi, li abbiamo solo dimenticati.

Esiste però, un’educatrice silenziosa che attende solo che abbiamo orecchie per ascoltarla, occhi per vederla, mani per toccarla, piedi per percorrerla; che parla, insomma, la lingua dei sensi, non passa attraverso la ragione, bensì attraverso il cuore.

E’ la Vita!

Quando impariamo a parlare la lingua dei sensi che passa attraverso il cuore, ecco che ciò che era sempre stato dinnanzi a noi, d’un tratto diventa chiaro: comprendiamo.

In questi mesi, in cui mi è stata data l’occasione di ritornare a contattare me stessa e il mio cuore, tante conoscenze si sono “rivelate”, sono passate dal piano mentale a quello dell’Essere.

Oggi vi parlo in particolare del giudizio, ovvero di quando ci arrocchiamo dietro le nostre personali convinzioni sul giusto e lo sbagliato.

Sono sempre stata vicina alle nuove generazioni, ho imparato tantissimo da loro nel mio lavoro di insegnante e di mamma. Ho sempre pensato che dare valore alla novità che portano incessantemente, anche mettendo in discussione il mondo adulto, fosse indispensabile. Eppure, rispetto ai social media, telefonini, pc, nuove tecnologie e all’uso così, oserei dire naturale, che ne fanno; rispetto alla facilità con cui postano le proprie fotografie, le proprie storie, la propria vita, sono stata giudicante. Vedevo solo il lato oscuro di una privacy violata, di un mondo fittizio e senza vere relazioni umane, di un linguaggio impoverito nel lessico e violentato nelle storpiature…

Ed è successo. Oggi sorrido ripensandoci 🙂

E’ successo che la “legge del contrappasso” si è rivelata.

Come?

Durante questi mesi, i miei figli e i giovani che conosco hanno sentito la mancanza dell’incontrarsi con gli amici, di passare il tempo a chiacchierare, scherzare, giocare ed io ho dovuto accettare una nuova modalità lavorativa che mi vede costretta ad essere presente sui social con la mia faccia, le mie parole, i miei ideali, la mia Missione.

Un lampo…e ho capito! Ora potevo sentire la Grande Educatrice.

Davvero Giusto e Sbagliato non sono che due aspetti della Luce! Energia, Vibrazione – al di là degli inganni della mente – che posso respirare e accogliere per poi irradiare.

 

Sonia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *